eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Altavilla

Stemma di Lappano

Altavilla

Altavilla sorse quasi certamente a seguito dell’invasione saracena della città di Cosenza.

Dai registri della tassazione angioina si evince che l’abitato era già presente in quel periodo e componeva una delle 21 Baglive di Cosenza, insieme all’abitato di Lappano; all’epoca la denominazione era quella di Motta di Corno.

Fu gravemente danneggiata dal sisma del 27 marzo del 1638 che causò il crollo di buona parte delle abitazioni.

Nel 1644 insieme ad altri 82 casali cosentini venne acquistato dal marchese Vincenzo Salvati, Granduca di Toscana, passando dall’amministrazione regia demaniale a quella feudale; in contrapposizione a questa nuova forma di governo, Giovanni Barracco inviato in Spagna dall’imperatore chiese ed ottenne per i casali l’annullamento della compravendita.

Nel 1647, il mancato rispetto di quanto ordinato dal re, portò alla ribellione dei casali cosentini, che guidati dagli abitanti di Rovito e Pedace, presero d’assalto la residenza del delegato di Celico mettendolo in fuga.

Nel 1656 il centro fu colpito da una grave epidemia di peste.

Nel 1783 Altavilla fu quasi rasa al suolo dal violento sisma che colpì l’area, così come fu gravemente danneggiato dai terremoti del 1850, 1870 e 1905.

Nel 1806 il paese fu occupato dalle truppe napoleoniche.

Con la Legge del 19 gennaio 1807 emanate dai francesi veniva elevata a luogo del Governo di Celico.

Il decreto del 4 maggio 1811, istitutivo dei comuni e dei circondari, elevava Lappano a comune del circondario di Celico, con annesse le frazioni di Altavilla, Zumpano, Motticella e Rovella.

Con il ritorno al potere della casa Borbone, Lappano fu retrocesso a frazione a favore di Zumpano, inglobando anche Altavilla, Motticella e Rovella.

Il 1 gennaio 1835 Lappano ritornava ad essere comune autonomo con Altavilla frazione, sulla scia della vecchia bagliva angioina del XIII secolo.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153