eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Amendolara

Stemma di Amendolara

Vele Guida Blu

Amandolara

Il territorio di Amendolara fu abitato già durante il neolitico, tra il 6000 ed il 3000 a.C., e anche sei secoli successivi, come dimostrano i reperti rinvenuti nel Rione Vecchio, che attestano la presenza di un insediamento enotro antecedente al VII secolo a.C.

Nel periodo successivo, l’abitato si spostò nei pressi della località San Nicola, dove si vuole che fosse ubicata la città magno greca di Lagaria, che però pare ormai confermato che si trovasse nel territorio di Francavilla Marittima.

Al periodo romano risalgono invece i resti della “Statio ad Vicesimum”.

Nell’alto medioevo furono fondate un’abbazia bizantina ed una cistercense, ed intorno al 1000 il castello.

Nel periodo angioino fu signore di Amendolara Tommaso de Barone.

Nel 1610 appartenne alla famiglia Gambacorta e successivamente a quella dei Castrocucco.

Nel 1627 fu ceduta per 50000 ducati a Gio. Giacomo Pignatelli duca di Bellisguardo.

Nel XV secolo vi nacquero Pomponio Leto e Facio Patarino.

Nel 1517 fu eretta da Fabrizio Pignatelli signore di Cerchiara la torre spaccata, mentre nel 1521 fu costruito il Convento Domenicano.

Dopo la prima guerra mondiale si ebbe una ripresa agricola e fu introdotta la coltura dei piselli, che oggi rappresentano uno dei maggiori prodotti tipici del luogo.

La denominazione Amendolara deriva dalla coltura della mandorla, che nel passato rappresentava uno dei prodotti agricoli principali per coltura e qualità del luogo; insieme all’olio ed al vino, prodotti sempre di ottima qualità.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153