eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Aprigliano

Stemma di Aprigliano

Parco Nazionale della Sila

Aprigliano (CS)

Non si hanno notizie certe sulla fondazione dei casali di Aprigliano, alcuni potrebbero essere sorti durante l’invasione saracena di Cosenza, altri invece si ritiene che esistessero già in epoca brettia.

Nel 1638 molti dei casali furono gravemente danneggiati dal grande terremoto che colpì l'area.

Nel 1644 insieme ad altri 82 casali, venne acquistato dal marchese Vincenzo Salvati, Granduca di Toscana, passando dall’amministrazione regia demaniale a quella feudale; in contrapposizione a questa nuova forma di governo, Giovanni Barracco inviato in Spagna dall’imperatore chiese ed ottenne per i casali l’annullamento della compravendita.

Nel 1647, il mancato rispetto di quanto ordinato dal re, portò alla ribellione dei casali cosentini che guidati dagli abitanti di Rovito e Pedace presero d’assalto la residenza del delegato a Celico mettendolo in fuga.

Nel 1799 fu uno degli epicentri della reazione sanfedista alla proclamata Repubblica Partenopea.

Nel 1806 fu annesso al Governo di Pietrafitta.

Nel 1811 fu elevato a capoluogo di circondario comprendente il comune di Sant'Ippolito con Turzano, Pietrafitta, Francone, Vicinanzo e Campitello; il comune di Casignano con Petrone, Grupa, Guarno, Pera, Santo Stefano, Agosto, Corte e Vico; il comune di Le Piane con Figline e Francolise; il comune di Donnici Soprano con Donnici Sottano e il comune di Cellara.

Nel 1857 perse Donnici aggregato come frazione di Cosenza.

Fino al 1861 il paese era chiamato Aprigliano-Vico.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153