eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Caloveto

Stemma di Caloveto

Caloveto (CS)

La prima presenza umana accertata sul territorio di Caloveto fu quella dei monaci cenobiti che intorno al IX secolo si stabilirono nell’area ricavando dal tufo vivo degli anfratti, per vivere in ascesi e contemplazione la loro vocazione.

Nel tempo, la comunità monastica fondò il monastero dedicato a San Giovanni Calibyta e proprio intorno a questo negli anni successivi popolazioni di pastori e contadini stabilitisi nell’area diedero vita al primo nucleo di Caloveto, il cui nome deriva proprio dal Santo venerato dai monaci, San Giovanni Calibyta.

Nel 1003 presso il monastero fu ospite San Bartolomeo da Rossano, allora dodicenne, giunto per perfezionare gli studi dei Testi Sacri e per approfondire la disciplina monastica.

Nel 1237 il monastero passò ai monaci benedettini e il rito greco bizantino fu sostituito da quello cattolico-romano.

Nel ‘300 Caloveto fu infeudato ai Sangineto, da questi passò ai Santangelo, poi ai Ruffo di Montalto, ai Guindazzo (1471), ai Cavaniglia (1480), ai d'Aragona duchi di Montalto (1507-1593), ai Mandatoriccio (1593-1696) ed infine ai Sambiase, Principi di Campana (1696-1806) che lo tennero fino all’eversione della feudalità.

Nel 1799 nell'ordinamento amministrativo del Generale Championnet fu incluso nel Cantone di Cirò.

Nel 1807 fu elevato a Luogo del Governo di Cariati.

Agli inizi dell’800 fu operativa nell’area la Banda brigantesca di Giovanni Roma di Caloveto.

Con la legge 4 maggio 1811 fu dichiarato Comune nel Circondario di Cropalati.

Nel 1928 e fino al 1934 fu accorpato a Cropalati in qualità di frazione.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153