eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Duomo di Cosenza

La Cattedrale dell'Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano

Duomo di Cosenza

Il Duomo di Cosenza, dedicato a Santa Maria Assunta, è la principale chiesa della città dei Brettii, sede vescovile dell'arcidiocesi di Cosenza-Bisignano.

Il primo impianto fu il Duomo Romanico, crollato a seguito del forte sisma che colpì la città nel 1184.

Nuovamente ricostruito sotto la coordinazione dell’arcivescovo della città Luca Campano, venne consacrata nel 1222 alla presenza dell’imperatore Federico II di Svevia.

L’edificio, nel corso della storia, ha subito molteplici interventi di consolidamento e rimaneggiamento, soprattutto a causa dei forti terremoti che hanno colpito l’area nel 1638, 1783 e 1854.

Nella metà del ‘700, l’edificio fu rimaneggiato con sovrastrutture realizzate dal noto architetto roglianese Saverio Ricciulli, rimosse intorno al 1950 per ridare alla chiesa il suo aspetto originario.

Presenta  una facciata con quattro pilastri e tre portali di cui uno, quello centrale, più grande. Sui tre portali si trovano altrettanti rosoni, di cui due di media grandezza ed un terzo, quello sul portale principale, più grande. Sulla sommità più alta della facciata svetta una croce in ferro. L'ingresso è preceduto da una larga gradinata che collega il basamento alla omonima piazza.
L'interno è a croce latina, suddiviso in tre navate di otto campate ciascuna, suddivise da due file di pilastri con capitelli scolpiti.

Dal 12 ottobre 2011 il Duomo di Cosenza è stato riconosciuto come patrimonio testimone di cultura di pace dall'Unesco.

Photo Gallery

contentmap_plugin