eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Cirella

Stemma di Diamante

Vele Guida Blu

Ruderi di Cirella

La cittadina di Cirella è molto antica, e il suo territorio fu abitato già in epoca preistorica; anche se, una prima forma stabile di nucleo abitato si ebbe solo con gli Ausoni.

Fu una cittadina romana, nota soprattutto per il vino e per la sua fedeltà a Roma; fu espugnata e distrutta dai cartaginesi di Annone, per poi essere nuovamente ricostruita dai romani.

Dopo la caduta di Roma, passò in mano a genti germaniche, e fu per anni un dominio longobardo. I longobardi, però, non riuscirono a proteggere la città dalle continue invasioni saracene, e nell’anno 850 l’antica Cerillae fu abbandonata, per essere ricostruita in collina.

Con la dominazione normanna, nel XI secolo fu eretto il castello.

Il monastero dei Minimi e la chiesa di Santa Maria delle Grazie furono edificate nel 1558, non molto distanti dal borgo antico.

Nel 1640 Cirella fu bruciata, e 42 Cirellesi deportati, durante un’incursione turca.

Il borgo, nonostante le continue incursioni turche, riuscì a sopravvivere. 

Nel 1808, Cirella fu nuovamente assediata, e definitivamente distrutta dalle truppe francesi del generale Massena; dal quel giorno il borgo collinare cessò di esistere, di cui oggi restano solo le rovine, a testimonianza della ferocia con cui fu assalito.

La plurisecolare esistenza di Cirella come entità autonoma, che aveva saputo resistere ad attacchi corsari venuti da ogni parte, terminò con i francesi.

Nel 1811, Cirella fu accorpata al comune di Maierà, da cui si separò spontaneamente nel 1876, per unirsi definitivamente al comune di Diamante.


Guida alle Aziende di Diamante



Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153