eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Buco di Calimaro

L'Antro del Misterioso "Tesoro di Aieta Vetere"

Buco di Calimaro

Il Buco di Calimaro è un antro naturale del Monte Calimaro, sul quale da sempre aleggiano aliti di mistero e leggende popolari.

La cavità si presenta come un piccolo foro in cui si fa fatica ad entrare, ma all’interno pare non avere mai fine, in quanto i massi scaraventati all’interno rotolano incessantemente senza mai raggiungere una metà, ed il rumore si perde in un suono sordo, finché è possibile udirlo. Questo dimostrerebbe che la spelonca è lunga diverse decine di metri, forse centinaia.

Sulle sue reali profondità non c’è per ora nulla di certo, perché diverse persone asseriscono di essere scese all’interno, ma spesso i racconti non coincidono; c’è chi dice che è poco più di venti metri, ed altri che raggiunti i 50 metri sono ritornati indietro, perché non si vedeva la fine, altri ancora che è suddivisa in tre cavità principali di cui l’ultima di colore bianco candido; infine altri asseriscono che all’interno, dopo aver percorso diversi metri si percepisce la presenza di un fiume sotterraneo.

Da sempre la tradizione orale narra che il Buco di Calimaro nasconde il tesoro dell’antica Aieta Vetere che era edificata poco sotto la cima del monte, e qui fu nascosto prima della distruzione della città. In realtà Aieta Vetere sul monte Calimaro non è stata mai presente, in quanto i resti presenti sul monte, altro non sono che quelli di un antico avamposto militare che dal tempo degli Enotri e nei successivi secoli ha visto la presenza di una guarnigione a controllo delle valli sottostanti, per monitorare le vie che dall’interno del Pollino conducevano all’antica città di Blanda posta sul colle Palecastro.

contentmap_plugin