eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Maierà

Stemma Comunale di MaieràParco Nazionale del Pollino

Maierà

Origine del nome Maierà

L’origine della denominazione Maierà non è del tutto chiara, ci sono due correnti di pensiero, che in ogni caso non danno una conferma certa. 

La prima sostiene che il nome Maierà derivi dalla parola ebraica M’ara, che significa grotta, proprio per la presenza di cavità naturali nell’area; la seconda invece, fa derivare la denominazione dal greco Makhairas, che significa coltellaio, supposizione possibile, in quanto il territorio fu abitato per secoli da monaci basiliani, che di fatto parlavano il greco. 

Questa seconda ipotesi, trova riscontro anche nel manoscritto del 1750 di Francesco Antonio Vanni, maieraioto del tempo, notaio del conte Spinelli di Scalea; in cui descrive gli abitanti di Maierà “quali uomini impetuosi come coltelli”.

Inoltre, a sostenere l'impotesi della derivazione greca, è anche un antico stemma che presenta un braccio che impugna un coltello che campeggia sulla dicitura “Universitas Macherae”.

Storia di Maierà

Le prime tracce abitative certe nel territorio di Maierà risalgono ai monaci basiliani, che giunsero in queste terre tra il VI ed il VII secolo, provenienti dall’oriente.

Questo dato, fa dedurre che queste terre in quel tempo erano spopolate o scarsamente popolate, poiché i basiliani, erano soliti edificare le loro lauree proprio in aree poche popolate, meglio dedite alla meditazione.

A partire dall'XI secolo, si hanno le notizie di un primo impianto dell'abitato, edificato intorno al castello del luogo, dagli abitanti dell’area costiera.

Il primo dei feudatari di Maierà fu un certo Roberto, che nel 1152 compare come Barone di Maierà.

Nel XIII secolo, Sotto Carlo d’Angiò, Maierà era sotto l’egida della famiglia Matera, che fece costruire la chiesa Madre.

Nel 1329 fu feudatario Ruggiero Sanbiase, signore di Verbicaro, avendo sposato Costanza Isabella Sangineto, signora di Maierà.

Nel XVI secolo furono signori di Maierà i Loria, che edificarono il Palazzo Ducale e ampliarono la Chiesa di Santa Maria del Piano.

Dai Loria, Maierà passò ai Perrone, poi ai Guerra, finché il feudo passò nel 1666 a Francesco Carafa e si trasformò in ducato.

I Catalano-Gonzaga furono gli ultimi feudatari di Maierà fino al 1806, anno in cui il governo francese decretò la fine della feudalità.

Nel 1811 al comune di Majerà, fu accorpato il territorio di Cirella, il cui borgo antico era stato distrutto nel 1808, dalle truppe francesi del Generale Massena.

Cirella si separerà spontaneamente nel 1876 per unirsi al comune di Diamante.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153