eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Monte La Mula

Monte della Dorsale del Pellegrino

Monte La Mula

Il Monte La Mula è la seconda vetta in ordine d’altezza del Massiccio dell’Orsomarso, la nona dell’intera Calabria; la cima maggiore raggiunge i 1935 metri di quota s.l.m.

E’ situato tra i territori di GrisoliaSan Donato di Ninea, e da quest’ultimo è facilmente raggiungibile partendo dal Piano di Lanzo a 1351 metri di quota.  

E’ una montagna di natura carsica in cui sono presenti inghiottitoi naturali oltre ad un interessantissimo circolo glaciale “realizzato” nei secoli dall’effetto erosivo del ghiaccio; il circolo glaciale è la sede del Nevaio della Mula che in alcuni anni particolarmente favorevoli resta anche durante il periodo estivo.

Il Monte La Mula come tutta l’area dell’Orsomarso fa parte del grande Parco Nazionale del Pollino, istituito nel 1993, il più grande parco italiano.

Escursione sul Monte La Mula

Il Monte La Mula è raggiungibile partendo dal Piano di Lanzo situato a quota 1351 metri s.l.m.
Dal punto di partenza si segue una vecchia via forestale (oggi in parte andata persa per il crescere della vegetazione e per l’erosione dei torrenti e dei canali) che conduce ad un ruscello, da questo si prosegue e ci si addentra in un fitto bosco misto, prevalentemente costituito da faggi. Seguendo le indicazioni per le guide tracciate dal C.A.I., dopo circa un’ora/un’ora e mezza si giungerà presso la sorgente Frida, dove è presente un abbeveratoio per armenti. Da Frida si prosegue a sinistra seguendo una strada sterrata che conduce fino alla cima della Montagna.

Lungo il cammino verso la vetta si passerà a poca distanza dal Campo, un altopiano di origine carsica posto ai piedi de La Mula a 1550 metri di quota; forse sede di un antico lago, oggi pascolo di vacche e cavalli.

Dal Campo è possibile salire anche su La Muletta, le cui pendici giungono proprio sull’altopiano.

In vetta il monte si presenterà come un grande altopiano irregolare con conche e piccole valli, in cui è possibile trovare bestiame al pascolo durante la bella stagione.

Scendendo sul versante nord-ovest della montagna si può ammirare per gran parte dell’anno il nevaio omonimo, incastonato del Circolo Glaciale de La Mula.

L’Escursione dal Piano di Lanzo è consigliata esclusivamente con l’ausilio di guide esperte, poiché il percorso presenta difficoltà di orientamento in caso di cattivo tempo e/o ore crepuscolari.

Flora e Fauna del Monte La Mula

Le pendici del monte sono circondate principalmente da boschi di faggi misti ad altre piante d’alto fusto e arbusti, come peri selvatici, cerri, pruni selvatici, ontani napoletani, qualche raro agrifoglio etc.

Rigogliosa è nel periodo estivo la crescita della lavanda, mentre in primavera sono molte le fioriture di Peonia Pellegrina; lungo il cammino è facile trovare il garofano selvatico, la rosa canina, la fragola selvatica, la calcatreppola ametistina, la stregonia ghiandolosa, il cardo niveo, il cardo di Tenore, il cardo del carso, il fiordaliso cicalino, il cardo pallottola coccodrillo e molte altre specie.

La Fauna è caratterizzata da insetti di vario genere che abbondano soprattutto nel periodo estivo, in particolar modo varie specie di grilli, bombi, api, farfalle etc.

Panorama dal Monte La Mula

Dal Monte La Mula, si possono ammirare varie cime dell’Orsomarso come La Montea, il Monte Petricelle, il Cozzo del Pellegrino etc; molte delle vette del Pollino, tra cui il Monte Pollino, il Serra Dolcedorme, Coppola di Paola, la Serra delle Ciavole etc; il Lago dell'Esaro e gran parte della Valle dell’Esaro; l’Isola di Cirella, i borghi di Diamante,  Scalea etc e molte aree della Riviera dei Cedri etc.
Scenari mozzafiato che possono essere compresi solo se ammirati di persona.

Curiosità sul Monte La Mula

Il Monte La Mula ha un primato nazionale che condivide con il comune di Grisolia, in quanto il comune di Grisolia estendendosi dalla costa del Tirreno fino alla cima del La Mula è il comune costiero con la più alta vetta montana in Italia, da 0 metri a 1910.

Photo Gallery di Monte La Mula

contentmap_plugin