eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Nicotera

Nicotera

Bandiera Verde Spiagge

Nicotera (VV)

Nicotera nasce dall’antico centro greco di Medma e dai ritrovamenti si presume che nella piana era presente l'emporio della città; ma, è solo nell’alto medioevo che inizia a prendere forma l’attuale centro, per il fenomeno dell’abbandono delle coste dovuto alle scorrerie saracene. 

Già nel VI secolo è sede vescovile dell’area.

A partire dal 1065, sotto il dominio normanno, fu eretto il castello e la nuova cattedrale e fu potenziata la fortificazione.

Fu distrutta e poi ricostruita nel 1074 da Re Tamin d’Africa e nel 1085 dalle truppe di Benevert.

Fu attaccata e distrutta dagli Almoravidi guidati da Ibn-MaiMun e successivamente ricostruita nel 1122 da Ruggero II.

In epoca sveva, la città raggiunse il suo massimo splendore, fu istituito un importante cantiere navale per la costruzione della flotta imperiale. Per potenziare il sistema economico della città, Federico II fece giungere una comunità di Ebrei, abili economisti, per incrementare l’attività economica e finanziaria di Nicotera. Per questi "nuovi" abitati l’imperatore fece costruire un apposito quartiere detto ancora oggi la Giudecca.

Tra il XIV ed il XV secolo appartenne ai Ruffo ed ai Marzano.

Nel 1496 passò alla famiglia Di Gennaro che nel 1555 vi ebbe incardinato il titolo di Conte.

Per successione, nel 1585 ritornò alla casata dei Ruffo fino all’eversione della feudalità avvenuta nel 1806.

Con decreto del 4 maggio 1811 si pose Nicotera a capo del circondario in cui rientravano anche i villaggi di Caroniti, Preitoni, Comerconi, Badia, Joppolo, Coccorino, Mottafilocastro, Limbadi, Mandaradoni, San Nicola, Spilinga, Panaja, Carciadi e Rosarno.

Un nuovo ordinamento dato dai Borbone il 1 maggio 1816 confermava Nicotera nella condizione precedente, ma assegnava Spilinga e le sue frazioni al circondario di Tropea.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153