eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Nocara

Nocara

 


Nocara

Denominazione di Nocara

Il toponimo Nocara ha origine nella lingua bizantina (greco medievale) e significherebbe albero del noce.

Gli studiosi però riconducono tale termine alla nux graeca dei bizantini (mandorlo) e non al noce; va fatto presente, che tale toponimo e tale termine è presente anche in altre località del territorio calabrese, e indica l’albero del noce o luogo delle noci e non delle mandorle, in ogni caso la coltura del mandorlo sull'alto jonio cosentino è molto antica, ed era molto pratica anche ad Amendolara, che da questa pianta trae la sua denominazione.

Storia di Nocara

Anche se la presenza umana sul territorio è attestata già durante l’età del bronzo, il centro di Nocara si sviluppò solo verso la fine dell’alto medioevo, come rocca difensiva durante il periodo che vide fronteggiarsi per il controllo della regione, i Longobardi ai Bizantini, e alle scorribande saracene lungo la costa; furono probabilmente proprio questi ultimi a spingere gli abitanti della costa verso le alture, in cerca di dimore più sicure e difendibili.

Proprio nell’alto medioevo, in quest’area dell’odierno Alto Jonio Cosentino, si svilupparono i centri di Armi di Sant'Angelo, Nocara, Murge di Santa Caterina, Monte Soprano, Monte Coppolo, Bufaleria e Presinace; quest’ultima (Presinace) in quel tempo fu il centro amministrativo principale.

Nel 1167 Nocara venne citata dal re Guglielmo II nella donazione alla chiesa di Anglona “castellum quod dicitur Nucara”.

Alcuni la vogliano addirittura fondata dal mitico Epeo, identificandola con l’antica Lagaria.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153