eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Paola

Stemma di Paola

Paola

I primi segni della storia paolana sono riconducibili ai ritrovamenti di epoca romana, rinvenuti in località Tina; si tratta di una casa colonica romana edificata nel II secolo.

I primi edifici di datazione certa risalgono all’XI secolo, sorti nel periodo normanno, tra questi spiccano: la Torre del Castello, la Chiesa di San Michele e la Badia.

Paola pare essere citata in un documento riconducibile a Ruggiero d’Altavilla, fratello di Boemondo D'Altavilla e figlio di Roberto il Guiscardo, che tra i vari donatori riportati sul documento, figura un certo Crasso che offre un suo villano: Et hos dedit Bonus Crassus: Mule de Paula cum filius.

Un altro atto ufficiale del 1110, conferma che Sica, moglie del normanno Roberto di Bubum, signore di Fuscaldo, fece una congrua offerta ad alcuni religiosi che si erano insediati nella zona dell'attuale Badia, perché fondassero il Monastero Catino di santa Maria della Valle Giosafat e delle Fosse, ed esercitassero il loro ministero anche nel territorio della chiesa di San Michele.

Nel settembre del 1190 fu ospite della Badia di Paola, il re d’Inghilterra Riccardo Cuor di Leone, durante il suo viaggio verso al Terza Crociata.

La prima casata a godere di diritti feudali su Paola fu quella dei Ruffo, e quando il conte Antonio Ruffo mori, lasciò in dote il feudo alla figlia Polissena, che nel 1418 sposò Francesco Sforza, futuro duca di Milano; alla morte, non lasciando eredi, Paola fu riannessa alla proprietà paterna e data in dote alla sorella Novella, duchessa di Sessa, che sposò Marino Marzano. Quando Marzano si ribellò a Francesco I e fu spogliato del feudo, Paola fu incorporata nel fisco regio.

All'inizio del XVI secolo Paola fu acquistata dagli Spinelli di Fuscaldo, i quali governarono su di essa per circa tre secoli. 

Nel 1416 nacque a Paola il suo più illustre cittadino, Francesco d’Alessio, figlio di Giacomo D’Alessio detto Martolilla e Vienna da Fuscaldo, noto come San Francesco di Paola, proclamato santo nel 1507. 

Nel 1494 e nel 1496 Paola fu proclamata "Città" da Alfonso II e Ferdinando II d'Aragona, e tale titolo le fu confermato da Filippo II, Re di Spagna.

Il 2 luglio 1555 fu assediata dai Turchi comandati da Dragut, il quale, dopo averla saccheggiata e incendiata, assalì il Convento dei Minimi, fondato da san Francesco.

Il 18 ottobre del 1806 Paola subì l'occupazione delle truppe francesi, che incendiarono la città e saccheggiarono il santuario; in seguito alla legge emanata da Gioacchino Murat, nel 1809, il protocenobio dei Minimi fu soppresso, nonostante la sua importanza.

Il 10 settembre del 1844 il Re Ferdinando II di Borbone e la Regina Maria Teresa d'Austria, visitarono Paola per voto. Successivamente il re vi fece ritorno con il principe ereditario Francesco, il 29 ottobre 1852.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153