eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Mattia Preti

Mattia PretiMattia Preti, detto il Cavalier Calabrese, nacque a Taverna il 24 febbraio 1613 da una famiglia benestante del luogo; sua madre Innocenza Schipani, apparteneva ad una delle quattordici famiglie benestanti di Taverna.

Fu elevato a cavaliere da papa Urbano VIII, durante la sua permanenza a Roma.

Mattia Preti fu una delle massime espressioni pittura napoletana del ‘600, lavorando a Malta, nel Regno di Napoli, nello Stato Pontificio, e in alcune aree del settentrione d’Italia.

Giunse a Roma agli inizi nel del 1630, a soli 17 anni, dove già si trovava il fratello Gregorio di dieci anni più grande, entrando in contatto con la pittura di Caravaggio e dei caravaggisti.

Quasi sicuramente operò nell'Italia settentrionale dove si accostò alla pittura emiliana dei Carracci, di Lanfranco, del Guercino e alla pittura veneta del Veronese.

Nel 1653 si trasferì a Napoli, dove subì l'influenza di un altro grande pittore del periodo: Luca Giordano; nella capitale del Regno di Napoli contribuì a dare sviluppo alla scuola pittorica napoletana.

Nel 1661 giunse a Malta, chiamato dal Gran maestro dell'ordine di Malta Raphael Cotoner, divenendo di fatto il pittore ufficiale dei Cavalieri dell'Ordine; a Malta lavorò nella decorazione della cattedrale di San Giovanni a La Valletta, con Storie del Battista, e in numerose tele per le chiese dell'isola.

Secondo lo storico dell’arte Antonio Sergi, a Malta realizzò circa 400 opere.

Nel 1672 fece ritorno a Taverna, dove realizzò alcuni lavori.

Morì a La Valletta il 3 Gennaio 1699, a 86 anni circa.

E’ considerato da molti, il più grande artista della pittura calabrese.


Pubblicità su calabriaportal.com


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153