eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di Pizzo

Stemma di Pizzo

Vele Guida Blu

Pizzo (VV)

Pizzo, secondo la tradizione, fu edificata sulle rovine di Napitia, antica città fondata dai Focesi.

Napitia venne distrutta nel corso del IV secolo, i discendenti dei superstiti la ricostruirono agli inizi del X secolo.

Il borgo attuale iniziò a svilupparsi a partire dal 1363, intorno ad un monastero basiliano.

Successivamente, un gruppo di raccoglitori di corallo provenienti da Amalfi edificò la chiesa delle Grazie, poi divenuta Chiesa del Carmelo.

L'8 ottobre del 1815, sbarcò a Pizzo Gioacchino Murat, cognato di Napolene Bonaparte e re di Napoli dal 1808 al 1815; per fomentare una rivolta popolare contro il regno dei Borbone, ma il tentativo fallì tragicamente.

Murat fu catturato e venne fucilato il 13 ottobre 1815, dopo alcuni giorni di prigionia, a seguito di un processo fatto nella sala principale del Castello di Pizzo.

Oggi Murat è sepolto nella chiesa di San Giorgio in una fosse comune.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153