eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Plataci

Plataci

 Borgo ArbëreshëParco Nazionale del Pollino

Plataci

Plataci (Pllatëni in arbëreshë) è un piccolo borgo di origine arbëreshë dell’Alto Jonio Cosentino, ubicato in posizione panoramica sul versante orientale del Massiccio del Pollino, a 930 metri di quota.

storiaIl momento esatto della sua fondazione non è noto, perché l’abitato era già presente all’arrivo dei profughi albanesi, giunti tra il 1476 ed il 1478.

Provenivano in gran parte dalla Tosca, regione situata nella Albania meridionale, mentre erano pochi coloro che provenivano dalla Ghega, regione situata nell’Albania settentrionale.

Plataci fu per molto tempo un casale dello Stato di Cerchiara.

L’abitato conserva la cultura, il rito greco-bizantino ed in parte l’idioma che fu dei loro antenati, mentre il costume ormai non più utilizzato da decenni viene indossato dalle donne platacesi solo in occasione delle feste arbëreshë come le Vallje o in occasione di manifestazioni culturali.

interesseDal punto di vista architettonico si segnala: la chiesa matrice di San Giovanni Battista, il cui interno in stile neoclassico è stato adattato all’attuale rito greco bizantino, la chiesetta di San Rocco, la chiesa della Madonna di Costantinopoli e la cappella della Madonna del Monte.

Lungo le vie del piccolo borgo sono presenti numerosi murales che rievocano la cultura arbëreshë, alcuni di notevole interesse artistico.

montiIl territorio, parte integrante del Parco Nazionale del Pollino, è ricco di risorse naturale che iniziano già dalla periferia dell’abitato, come il lussureggiante bosco di cerri che sormonta la parte alta del paese.

Si segnala anche la sorgente di San Rocco ed il Lago Forano (attualmente prosciugato), molto interessante dal punto di vista naturalistico distante circa 16 chilometri da Plataci.

gastronomiaDal punto di vista gastronomico uno dei piatti tradizionali del borgo sono le Stridhlë, pasta fatta in casa e condita con sugo di capretto o pollo, le zeppole pasquali e i fichi secchi a crocette ripieni di noci o mandorle.

folkloreUna delle tradizioni popolari più sentite è la Ndorçat, la tradizionale “Cinta” del Pollino arbëreshë, che viene portata in voto sulle testa dalle donne platacesi durante la processione fatta in onore della Madonna di Costantinopoli, che ballano al suono della Tarantella.

tipicitàIl suo territorio ricade nell'area di produzione dell'Olio Extravergine di Oliva Bruzio DOP Sibaritide.

personalitàEra nativo di Plataci Gennaro Gramsci, nonno del politico Antonio Gramsci.

contentmap_plugin

Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153