eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Rogliano

Stemma di Rogliano

Rogliano

Rogliano (Ruglianu in roglianese) è uno dei principali borghi della Valle del Savuto, situato in posizione panoramica 660 metri di quota s.l.m.

centroIl centro storico, sviluppatosi nel corso della storia su cinque colli, ha una conformazione a ferro di cavallo creatasi con la fusione dei rioni storici di Monte Santa Croce, Serra, Spani, Donnanni e Cuti.

storiaNon è nota la sua origine, alcuni lo vogliono fondato dagli Ausoni, altri sorto a seguito della fuga dei cosentini dall'invasione saracena.
Nel 1181 fu distrutto da un terrificante terremoto e fu ricostruito nell’attuale sito, in precedenza si trovava più a valle nell’attuale area di San Nicola.
La prima testimonianza di vita amministrativa roglianese risale al 1443, quando venne descritto come una delle ventuno baglive di Cosenza.
Nel corso dei secoli ha ricoperto una posizione centrale nell’area del Savuto, e per molto tempo è stato uno dei cardini dell’arte calabrese, con la famosa scuola di intagliatori e scalpellini di Rogliano.
L’importanza ricoperta dal borgo nei secoli passati è riscontrabile nell’elevato numero di chiese presenti, ben dodici, di cui alcune molto superbe per stile e lavori.

interesseDi interesse storico-architettonico si segnala: il Duomo, la chiesa dell’Assunta, quella di Maria Santissima dell Grazie, quella di San Domenico, quella di San Giorgio e i tanti palazzi nobiliari che nei secoli ebbero tra i loro ospiti re ed imperatori, come Carlo V d’Asburgo e Ferdinando II di Borbone.

Nel centro è presente anche il Museo di Arte Sacra San Giuseppe, ospitato nell’ex chiesa di Santa Maria Maggiore che espone oggetti, tele, altari, argenti e intagli provenenti dall’ex Convento dei Cappuccini, risalenti al periodo storico compreso tra il XVI ed il XVII secolo.

personalitàRogliano è la città natale di molte personalità della storia calabrese: Saverio Altimari generale delle milizie napoleoniche; Antonio Guarasci, storico, docente, giornalista e politico calabrese; il Beato Bernardo da Rogliano, al secolo Leonardo Milizia, fondatore dell’ordine degli Agostiniani di Colloreto; Donato Morelli, primo governatore della Calabria Citra e senatore del Regno d’Italia; Niccolò Ricciulli, architetto e allievo del Vanvitelli, che lavoriò alla costruzione della Reggia di Caserta; i fratelli Sciardari, maestri scalpellini fondatori della scuola roglianese.

tipicitàIl suo territorio ricade nell’area di produzione della Patata della Sila IGP e del Vino Savuto, uno dei migliori vini doc calabresi.

contentmap_plugin

Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153