eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di San Basile

Stemma Comunale di San BasileBorgo ArbëreshëParco Nazionale del PollinoCittà dell'Olio

San Basile

San Basile fu fondato da una comunità di profughi albanesi, giunti in Italia per sfuggire alla conquista turca dei Balcani e della Grecia, tra il 1475 ed il 1480.

La costruzione del borgo avvenne nell’area del cenobio di San Basilio Craterete, da cui derivò il nome dell'abitato, oggi Santuario di Santa Maria Odigitria.

Il primo documento che testimonia la presenza degli Arbëreshë nel territorio, sono i Capitoli stipulati con il Vescovo di Cassano allo Jonio, Marino Antonio Tomacelli, risalenti al 1510.

Le prime case vennero costruite al di sopra del rione (gjitonia) Kroj, che in arbëreshe significa sorgente.

Dopo la fondazione San Basile, fu feudo dei duchi di Castrovillari, di Nicola Interzato da Cariati e di Francesco Campolongo di Altomonte.

Nel 1617 passò al duca di Saracena, quindi all'abate di Castrovillari, e infine ai principi di Scalea.

(La coscienza di appartenere ad una stessa etnia, ancorché dispersa e disgregata, si coglie tra l'altro in un motto molto diffuso, che i parlanti albanesi spesso ricordano quando si incontrano: "Gjaku jonë i shprisht", che vuol dire "Il sangue nostro sparso".)


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153