eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di San Lorenzo del Vallo

Stemma di San Lorenzo del Vallo

San Lorenzo del Vallo

Le origini di San Lorenzo del Vallo non sono del tutto note, come si evince dagli scavi archeologici eseguiti sul territorio, fu abitato già da popolazioni che precedettero l’arrivo ellenico in Calabria.

Successivamente, sul territorio fu eretto un castrum romano denominato Castrum Laurentum, come si evince dagli scritti ritrovati in cui si menziona questo accampamento militare. Con molta probabilità da questo accampamento si iniziò a formare il primo nucleo urbano del territorio che da allora ne segna la denominazione, dall’antico Castrum Laurentum all’odierno San Lorenzo del Vallo.

Nel 950 assunse la denominazione di Sancti Laurentii e venne eretto il Castello Jentilini.

Nel XI secolo passò sotto il dominio normanno.

Decimato dalle continue guerre tra angioini e aragonesi, dalla peste nera e dai terremoti, nel XV secolo l'abitato fu nuovamente ripopolato da profughi albanesi giunti in Calabria a seguito dell'invasione turca dell'Albania.

L'insediamento albanese non ebbe lunga durata a causa dello smembramento feudale e dell’eccessiva tassazione, e molti abitanti di San Lorenzo si spostarono nell'odierna Spezzano Albanese, aggregandosi alla preesistente comunità Arbëreshë, determinando in questo modo la sua crescita della popolazione di Spezzano.

Nel 1543 gli venne conferita la denominazione di Casale Sanctu Laurentu.

Nel 1545 contava 74 fuochi, nel 1561 la popolazione salì ad 80 fuochi, nel 1595 a 102 fuochi, nel 1648 a 150 fuochi, per scendere a 46 fuochi nel 1669.

La denominazione del Vallo alla precedente di San Lorenzo, pare sia stata assunta dalla casata Alarcon della Valle Mendoza che furono signori del territorio.

Appartenne alla giurisdizione di Bisignano, ma fu ceduto a Ferrante Alarcon Mendoza marchese della Valle Siciliana da Pietro Cosca duca di Sant’Agata, con i feudi di Feuli e Centilino.

Nel 1625 fu acquistato da Giò Francesco Pescara duca di Saracena.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153