eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Storia di San Pietro in Guarano

Stemma di San Pietro in Guarano

San Pietro in Guarano (CS)

Le origini di San Pietro in Guarano sono da ricondurre alla fuga dei cosentini da Cosenza a seguito dell’invasione saracena del X secolo, anche se pare che il territorio abbia visto la presenza umana già dall’epoca romana.

Il 14 settembre 1439 l'abitato fu messo a ferro e fuoco dal re Ferdinando I, insieme al castello di Altavilla, per aver concesso a ventimila uomini della “Rivolta dei Villani” di arroccarsi nel proprio territorio.

Nel 1605 fu riaperta al culto la chiesa matrice, andata distrutta nella rivolta del 1439.

Nel 1596 per mantenere la propria autonomia pagò la somma di quarantamila ducati al re di Spagna Filippo II e lo stesso fece con Filippo IV, versandone cinquantamila.

Nel 1644 insieme ad altri 82 casali cosentini venne acquistato dal marchese Vincenzo Salvati, Granduca di Toscana, passando dall’amministrazione regia demaniale a quella feudale; in contrapposizione a questa nuova forma di governo, Giovanni Barracco inviato in Spagna dall’imperatore chiese ed ottenne per i casali l’annullamento della compravendita.

Nel 1647, il mancato rispetto di quanto ordinato dal re, portò alla ribellione dei casali cosentini, che guidati dagli abitanti di Rovito e Pedace, presero d’assalto la residenza del delegato a Celico mettendolo in fuga.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153