eosonline.iteosonline.it

realizzazione e gestione siti internet

per informazioni chiama subito Phone 366.1385153 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Storia di Santa Maria del Cedro

Santa Maria del Cedro

 

Castello di Abatemarco

Laos

Il primo insediamento sviluppatosi nel territorio santamarioto fu la città magnogreca di Laos, sull’attuale colle San Bartolo, che diede rifugio ai profughi della ricca e potente città di Sybaris, a seguito della distruzione della loro città da parte di Kroton nel 510 a.C.

Laos fu una città greca posta sul confine del territorio del popolo dei Lucani, da cui in seguito fu assoggettata.

Presso Laos era l’Heroon di Draconte, un monumento commemorativo al compagno di Ulisse, sul quale l’oracolo di Delphi aveva predetto che un giorno sarebbero stato annientato un grande popolo.

Nell’estate del 389 a.C., un esercito greco proveniente da Thurii, città stanca dei continui saccheggi dei lucani e forti della predizione dell’oracolo (sarebbe stato annientato un popolo), partirono alla volta del Tirreno per porre sotto assedio le città lucane;0 i lucani tesero loro una grande trappola, e forti di 30000 fanti e 4000 cavalieri, e con l’appoggio della flotta siracusana, annientarono l’esercito greco composto da 14000 fanti e 1000 cavalieri.

Abatemarco

L'attuale borgo di Santa Maria del Cedro fu fondato nel XVII secolo dagli abitanti di una località preesistente, Abatemarco, a seguito di un'alluvione che distrusse il borgo antico, posto sulle rive del fiume omonimo.

Abatemarco fu conquistata dai Normanni nel 1060; in seguito a questo insediamento i monaci basiliani vi vollero edificare un'abbazia che fosse un'importante sede del loro ordine.

Col passaggio dal monachesimo Basiliano al monachesimo Benedettino, l'abbazia rappresentò un importante punto di contatto con le altre abbazie, come quella di Montecassino.

Attualmente, del borgo di Abatemarco restano i ruderi del Castello di San Michele, dell’abbazia, l’acquedotto normanno e le torri di guardia.

Cipollina

L'attuale Santa Maria del Cedro fu dondata nel 1668 da Andrea Brancati con il nome di Cipollina, il cui toponimo deriverebbe dal termine cis-polis al di qua della città, forse riferito fatto che il nuovo borgo si trovava al di qua del vecchio borgo di Abatemarco.

La nuova cittadina fu inizialmente frazione del comune di Grisolia, poi divenne comune autonomo con il nome di Santa Maria, accorpando l'area di Cipollina con l'area di Marcellina, che fino ad allora era stata la frazione costiera di Verbicaro.

Nel 1968 prese il nome attuale di Santa Maria del Cedro.


Guida alla Aziende del Territorio


Nessuna azienda segnalata in questo Comune


Per inserire anche la tua azienda chiama subito Phone 366.1385153