Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Colonna di Capocolonna

L’ultima colonna dei templi ellenici

Colonna di Capocolonna

La Colonna di Capocolonna è una colonna greca di stile dorico, unica superstite di quarantotto colonne che facevano parte del maestoso tempio dorico che sorgeva nei pressi di Kroton, dedicato ad Hera Lacinia, che la tradizione narra fosse realizzato in oro. La colonna è alta 8,30 metri, composta di 8 rocchi a venti scanalature piatte, era nella costruzione la penultima verso nord, poggiata su un grande stilobate.
Il tempio di cui faceva parte, fu edificato verso la fine del VI secolo a.C. ed il sito su cui giaceva, era di posizione strategica per le rotte che univano la città di Taranto allo Stretto di Messina.
A quel tempo il promontorio, era chiamato Lacinion e questo diede anche l'epiteto della deva venerata, Hera Lacinia.Tramonto su Capocolonna Nel corso degli anni, il nome di Lacinion è stato sostituito in Capocolonna, proprio per la presenza della colonna, ultima superstite di una grande meraviglia dell'antichità!
Fino al terremoto del 1638 le colonne rimaste erano due ed il basamento era molto più grande, purtroppo buona di quanto restava, venne adoperato nel corso del XVIII secolo per la costruzione del porto di Crotone.
In epoca greca il santuario di Hera Lacinia ricopriva una grandissima importanza tra le città stato greche presenti in Italia, e fu sede della Lega Italiota, fino al IV secolo a.C., quando la sede fu trasferita da Crotone a Taranto.

made with love from Joomla.it