Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare servizi ed esperienze dei lettori. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Cookie Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Guida Online sulla Calabria

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le Leggende dello Scoglio della Regina

Stemma Comunale di Acquappesa

Scoglio della Regina di Acquappesa

La Regina e lo Scoglio

Un'antica leggenda narra che un tempo nei pressi di Acquappesa abitasse un re di bell'aspetto, forte e temerario con una moglie dal carattere dolce e soave. Un intenso reciproco amore li univa, ma il re quasi preda di un sortilegio, non era mai del tutto soddisfatto delle sue vittorie in battaglia e in generale dei suoi successi, per cui una costante inquietudine turbava le sue giornate. La regina, di riflesso risentiva di questi stati d'animo del consorte e si preoccupava per lui oltre che per se stessa, ritenendosi incapace di donargli la giusta serenità.
Un giorno, il re, in uno dei suoi momenti di malumore, decise di tentare una nuova avventura per mare decidendo di imbarcarsi su un vascello e, accomiatatosi dalla moglie, le chiese di attendere il suo ritorno di soldato vittorioso, avvisandola che una luce rossa all'orizzonte avrebbe preannunciato il suo imminente arrivo, quindi salpò. La regina, conscia dei rischi di quell’impresa, lo accompagnò alla partenza con la morte nel cuore, ma col sorriso sulle labbra per infondergli ulteriore coraggio, nella speranza che dopo quell'avventura sarebbe finalmente tornato rasserenato.
Passò inesorabilmente il tempo, un tempo sempre più lungo, ma del re non giungevano notizie. La regina, sconsolata e trepidante attendeva il suo ritorno, e ogni sera al tramonto andava in riva al mare a scrutare l’orizzonte piena di speranza. Ma l'attesa fu vana. Un giorno, per poter volgere lo sguardo ancora più lontano, la regina si arrampicò sulla sommità del grande scoglio che svettava di fronte alla spiaggia, ma ecco che sporgendosi troppo, nella disperata ricerca della preannunciata luce rossa, finì col precipitare fra le onde scomparendo per sempre nel mare, con ciò assecondando a sua insaputa l'amaro destino del suo amato. Ancora oggi, quando il tramonto infuoca di rosso la linea dell’orizzonte, la gente dice che gli spiriti del re e della regina, finalmente sereni e appagati, si incontrano nei pressi dello scoglio fatale, ed anche le onde più minacciose allora si placano in ossequio ai due sovrani.

Isabella di Francia ed Edoardo d'Inghilterra

Un’altra leggenda racconta invece di come una coppia di giovani sposi, membri di una grande famiglia reale, viaggiassero per nave verso Oriente alla ricerca presso i medici più sapienti, di un rimedio contro la sterilità della regina.
Giunti nel tratto di mare sul quale incombe il grande Scoglio della Regina, per un mutamento dei venti e il prospettarsi di una imminente tempesta, si fermarono sbarcando nella vicina spiaggia. Giunti a terra, i due reali si rifugiarono in una piccola grotta nascosta fra le rocce. La regina, affascinata dalla bellezza selvaggia del posto, decise di perlustrare la spiaggia e notò come lì vicino scorresse un fiumiciattolo (il fiume Bagni), le cui acque erano gradevolmente calde. Pertanto decise di immergervisi, e così fece anche nei giorni seguenti, fino a un attimo prima della partenza. Fu così che avvenne qualcosa di prodigioso, la regina si accorse che qualcosa era cambiato in lei: la tanto agognata maternità era finalmente una realtà. Gli sposi, felicissimi, decisero di non partire più, fermandosi per qualche tempo nella terra che gli aveva riservato tale inaspettato dono. Da allora, lo scoglio, già conosciuto come “Petra Majura”, fu denominato “Scoglio della Regina” e la fama delle virtù di quelle acque non tardò a diffondersi in ogni contrada. Oggi si dice che quella coppia di reali fossero Isabella di Francia ed Edoardo d’Inghilterra, genitori di ben quattro figli avuti dopo che la sovrana ebbe ritrovata la tanto sospirata fertilità immergendosi nelle acque sgorganti dai colli rocciosi di Acquappesa.

Dove si raccontano

contentmap_plugin

Aziende di Acquappesa

eosonline.itEos di Francesco Stuppello
website www.eosonline.it
Hai bisogno di un sito web?
Web design e servizi internet. Acquappesa (CS). Chiama. 366.1385153

Pizzeria Pit Stop - Acquappesa (CS)Pizzeria Pit Stop
vetrina pizzeriapitstop
La buona pizza napoletana.
Pizzeria e Ristorante. Acquappesa (CS). Chiama. 347.8833629

Ristorante Da Avolio - Acquappesa (CS)Ristorante Da Avolio
vetrina ristorantedaavolio
Pesce locale pescato dal peschereccio di famiglia.
Pizzeria e ristorante di pesce fresco. Acquappesa Terme Luigiane (CS). Chiama. 346.1366946

Pizzeria Baraonda - Acquappesa (CS)Pizzeria Baraonda
vetrina baraonda
Pizza da asporto con consegna gratuita.
Bar, ristorante, pizzeria. Acquappesa Marina (CS). Chiama. 328.9654203

vetrine di calabriaportal

Ittica Forestieri - Tortora (CS)Ittica Forestieri Pietro
segnalato
Trote iridee, salmonate e fario, allevate in acque di sorgente.
Allevamento Ittico. Tortora (CS). Chiama. 0973.622001

eosonline.itEos di Francesco Stuppello
website www.eosonline.it
Hai bisogno di un sito web?
Web design e servizi internet. Acquappesa (CS). Chiama. 366.1385153

G.E.A. s.r.l. - Tortora Marina (CS)G.E.A. Materiali per l'Edilizia
vetrina geasrl
Da noi trovi le migliori aziende del settore edile.
Materiale Edile. Tortora Marina (CS). Chiama. 0985.764066

Pizzeria Bellavista - Santa Domenica Talao (CS)Bellavista da Michelle
vetrina bellavista
Cucina di cinghiale e altre prelibatezze del territorio.
Ristorante, pizzeria, bar e b&b. Santa Domenica Talao (CS). Prenota. 0985.29379

Clinica Veterinaria San Giorgio - Reggio CalabriaClinica Veterinaria San Giorgio
website www.cvsg.it
Centro veterinario all'avanguardia per cani e gatti.
Clinica veterinaria. Reggio Calabria. Chiama. 0965.651607